Digitalizzazione: l’Italia è moolto indietro. ma possiamo rimediare :-)

Nel mio consueto giro di letture per trovare argomenti “che prendono” per i blog miei e dei clienti, mi sono imbattuta in questo articolo della, per me, mitica Rosa Giuffré: http://www.futurosemplice.net/il-livello-di-digitalizzazione-in-italia-scende-che-cavolo-succede.

E’ dato che l’articolo è stato pubblicato un po’ di tempo fa, sono stata sicura, ahimé, che non si trattava di un pesce d’aprile!

Leggendo l’articolo, emerge il dato triste, ovvero che l’Italia si colloca davanti soltanto alla Romania e a pochi altri paesi, stando al  DESI (The Digital Economy and Society Index) ovvero l’indice di digitalizzazione dell’economia e della società in Europa.

Ma se la notizia fosse questa sarebbe male, ma non troppo, il peggio è che, a quanto pare, l’Italia è arretrata e ben di un posto dall’ultima rilevazione e che il suo deficit in digitalizzazione, come si evince dall’articolo, non dipende solo da banda larga o investimenti stato paese.

Un terzo degli italiani, secondo questo rapporto, non ha competenze digitali e non usa internet regolarmente. Un mondo escluso dagli acquisti online, dai social e dalle notizie in tempo reale o che magari usa questi strumenti, ma non in modo abbastanza consapevole.

Secondo questi dati, in Italia si acuisce il digital divide che, ingenuamente, pensavamo riguardasse solo alcuni paesi in via di sviluppo!

Se, infatti, come giustamente mi è fatto notare proprio questo weekend, in una conversazione tra amici e colleghi, non dobbiamo cadere nel tranello di paragonare l’Italia a pesi come la Corea, dove esiste tutta altra cultura dell’innovazione e anche nuovissime infra strutture, la valorizzazione e la crescita del capitale umano e della digitalizzazione dipende da noi.

Trovo tragico, infatti, che a scuola si faccia ben poco in tal senso e poi si condannano magari i ragazzini per un uso non adatto dei social come snapchat, whatsapp e altro ancora.  Al tempo stesso, ci chiediamo tutti, quante aziende ancora non investono in digitale, non creano una comunicazione web adeguata?

Questi in realtà sono problemi di tutti, creare un circolo virtuoso farebbe crescere il paese e anche le risorse economiche, forza, qualcosa ancora lo possiamo fare ma impegnandoci tutti, anche tu, che hai un negozio, ristorante e non usi ancora bene FB e i social e magari non insegni tuo figlio a farlo, perché snobbi il web, Forzaaaa! 🙂

photo credit: installazione Come Ti Suona? via photopin license Creative Commons

 

 

Annunci

2 pensieri riguardo “Digitalizzazione: l’Italia è moolto indietro. ma possiamo rimediare :-)

  1. Ciao Valentina,

    nella nostra esperienza di agenzia di web marketing, il problema vero sembra convincere le aziende a fare un salto di qualità nel loro approccio al digitale: ovvero smettere di considerarlo un costo necessario (dato che non si può non avere un sito o essere sui social), ma un investimento che, se fatto bene, può portare diversi frutti.

    Cambiare questa mentalità è un lavoro lungo e paziente, ma in qualche modo – ne siamo certi – succederà anche in Italia, anche se forse un po’ dopo rispetto agli altri…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...